Tu sei qui

Arbitrato - Costi

Nella tabella sono riportati gli onorari della Camera Arbitrale e quelli del tribunale arbitrale.

Arbitrato Tradizionale

Valore della lite Onorario CCIAA
(importo al netto di IVA)
Onorario Arbitro unico
(importo al netto di IVA
Onorario Collegio arbitrale
(importo al netto di IVA
fino a € 25.000,00 € 300,00 € 1.000,00 € 2.400,00
da € 25.00,01 a 50.000,00 € 600,00 € 1.200,00 € 3.300,00
da € 50.000,01 a 100.000,00 (e indeterminabile) € 900,00 € 2.100,00 € 5.400,00
da € 100.000,01 a 250.000,00 € 1.500,00 € 3.800,00 € 9.000,00
da € 250.00,01 a 500.000,00 € 2.000,00 € 4.800,00 € 12.000,00
da € 500.00,01 a 800.000,00 € 3.000,00 € 6.000,00 € 15.000,00
da € 800.00,01 a € 1.000.000,00 € 4.000,00 € 7.000,00 € 18.000,00
da € 1.000.000,01 a € 2.500.000,00 € 5.000,00 € 10.000,00 € 24.000,00
da € 2.500.00,01 a € 5.000.000,00 € 5.500,00 € 15.000,00 € 30.000,00
oltre € 5.000.000,01 € 6.000,00 € 15.000,00 + 1,1% della parte di valore della controversia che eccede i 5milioni di euro, fino ad un onorario massimo di 100mila euro € 30.000,00 + 1,1% della parte di valore della controversia che eccede i 5milioni di euro, fino ad un onorario massimo di 240mila euro

Le tariffe sono al netto di IVA e di altri eventuali accessori di legge.

Il Consiglio Arbitrale, nel tenere conto dell'attività svolta, della complessità della controversia, della rapidità del procedimento e di ogni altra circostanza, può incrementare o ridurre l'entità dell'onorario sino ad un massimo del 30% del relativo scaglione di riferimento.

Arbitrato rapido

Valore della lite compenso dell'arbitrato (IVA esclusa)
fino a € 25.000,00 € 400,00
da € 25.001,00 a 50.000,00 € 600,00
da € 50.001,00 a 100.000,00 € 800,00
da € 100.001,00 a 250.000,00 € 1.200,00
oltre € 250.001,00 € 1.200,00 + 1% sull'eccedenza del valore della controveria rispetto al limite superiore dello scaglione precedente

Le tariffe sonoi al netto di IVA e di altri eventuali accessori di legge.

Modalità di pagamento

Successivamente al ricevimento della domanda di arbitrato o della memoria di costituzione, la segreteria della Camera arbitrale trasmette alla parte o all'avvocato domiciliatario un Avviso di Pagamento pagoPA che consente all’utente di pagare gli onorari della camera arbitrale mediante uno dei Prestatori di Servizio di Pagamento (PSP) aderenti al circuito pagoPA: le agenzie della banca, gli uffici postali, l'home banking del proprio PSP, gli sportelli ATM della banca (se abilitati), i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5.
Il pagamento dei compensi agli arbitri (acconti e saldo)  va invece effettuato con bonifico bancario a seguito di richiesta comunicata dalla Segreteria della Camera arbitrale alle parti e/o ai rispettivi avvocati domiciliatari.
E' inoltre sempre possile pagare con bancomat o carta di credito presso la segreteria della Camera arbitrale sia gli onorari della Camera arbitrale che i compensi agli arbitri.
Tutti gli atti del procedimento (domanda, risposta, risposta riconvenzionale, repliche, memorie, perizie, verbali e lodo) devono essere in bollo (una marca da € 16,00 ogni quattro pagine o frazione). Per informazioni su Informazioni per pagamenti con modalità informatiche